NewsSport

Manchester City-Napoli 2-1

Cosa sia successo esattamente nella prima mezzora dell’incontro lo spiega bene Bep Guardiola nella conferenza stampa post partita, quando afferma che la partenza aggressiva del City è servita ad impedire al Napoli di irretire il City con i suoi tocchi a centrocampo. L’estrema velocità di gioco e la facilità con cui il City è riuscito a penetrare in area napoletana hanno annichilito il Napoli che, non ancora in partita, ha rischiato di prendere ben più dei due goal messi a segno dagli inglesi nel primo quarto d’ora. Pensiamo solo alla traversa di De Bruyne a portiere battuto e al salvataggio di Koulibaly sulla linea.
Dopo mezzora, prese le misure, il Napoli ha cominciato a reagire e poteva accorciare le distanze su calcio di rigore per atterramento di Albiol nell’area piccola se un irriconoscibile Mertens (con Callejon e Zielinsky tra i peggiori in campo) non lo avesse calciato addosso al portiere.


Ciò che è mancato nel primo tempo è stato proprio il gioco del Napoli.
Insigne, più di una volta, avrebbe potuto servire meglio i compagni, provare il cross per un taglio di Callejoin, ed invece mandava la palla dietro o perdeva il tempo della giocata.
Nel secondo tempo il Napoli rimette la partita in equilibrio sul piano del gioco. Il City non incute timore quando il Napoli fa girare la palla e, nonostante l’infortunio di Insigne, la squadra riesce ad essere pericolosa grazie soprattutto all’energia e al coraggio di Allan, in forma strepitosa. Niente da dire su Diawara che ha fatto una buona partita anche se il Napoli, per tutta la prima mezzora di gioco, non ha mai portato i centrocampisti oltre la tre quarti avversaria.
Gli ingressi di Allan e di Ounas restituiscono al Napoli dinamicità e imprevedibilità. Da una caparbia azione di Allan che recupera un pallone sul disimpegno del City al limite dell’area nasce l’occasione più nitida per accorciare le distanze. Il brasiliano serve Mertens che rimette al centro per Hamsik che, a porta vuota, scarica di sinistro sul difensore centrale.
E allora tocca a Ghoulam lanciarsi in una serpentina fra i difensori del City e penetrare in area ripetendo l’azione che lo portò al goal con la Spal, ma l’algerino viene atterrato da Fernandinho con uno sgambetto. L’arbitro fischia il rigore per il Napoli e Diawara dimostra di avere una forte personalità. Chiede a Mertens ed Hamsik di tirare il rigore e con la freddezza del veterano lo piazza nell’angolino alla sinistra del portiere. E’ due a uno! E adesso il City trema.
E infatti dopo qualche minuto su lancio di Callejon (una delle poche cose buone fatte dallo spagnolo questa sera), Mertens si invola verso l’area seguito da tre difensori del City e con il portiere in uscita a centro area, invece di superarlo con il più semplice dei pallonetti, spara fuori un destro insulso e inconsistente.
Il Napoli esce a testa alta da questo incontro, ma avrebbe potuto anche portare via dei punti se fosse entrato in campo con la giusta concentrazione e, soprattutto, con la giusta formazione!
Speriamo che Sarri abbia appreso finalmente la lezione perché fino ad oggi, in entrambe le trasferte di Champions, ha sbagliato la formazioni iniziale. Non si possono regalare agli avversari Jorginho e Allan ad inizio partita. Puoi sostituire questi polmoni (che ti garantiscono il controllo del gioco a centrocampo) solo al 60’, quando gli altri sono sfiniti. Se questa cosa funziona così bene in campionato, perché in Champions viene rinnegata?
Se proprio vuoi fare turn over ed esperimenti, allora fai rifiatare Callejon e inserisci Rog: quella con il City, per dinamicità e forza fisica, era la sua partita! Ed infatti su quella fascia ci hanno massacrato!
Zielinsky, un giocatore che a me piace molto, è apparso timido e impacciato, così come Hysaj, surclassato nettamente sulla fascia.
Ora non ci resta che sperare di fare risultato nella partita di ritorno, anche perché lo Shaktar è andato a vincere sul campo del Feyenoord e sta andando fortissimo.

Tags

Ti potrebbero interessare

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più