CulturaNews

Salerno: l’Associazione Buon Vivere apre le sue attività con la mostra di Eugenio Siniscalchi

SALERNO. L’associazione Buon vivere- Lo spazio del sentire, presieduta da Dario Loffredo, inaugura le sue attività con una mostra personale dell’artista salernitano Eugenio Siniscalchi. Il vernissage si terrà giovedì 19 dicembre alle 19.30 negli spazi di via Gonzaga 20. L’esposizione, dal titolo “La città che sale”, resterà aperta al pubblico fino al 6 gennaio. La direzione artistica è di Antonio Perotti.

 

LA MOSTRA. In vetrina una quindicina di opere dedicate alle trasformazioni urbanistiche che Salerno ha registrato negli ultimi anni. L’obiettivo dell’artista è infatti quello di fermare e celebrare, nel segno dell’arte, il momento di passaggio tra la città vecchia e quella che verrà. Cantieri, pontili, transenne, impalcature diventano così i simboli della trasformazione. La Salerno di Siniscalchi non è più quella canonica del lungomare, della classica palazzata a mare, del porto, della prospettiva romantica del golfo, ma una città che si sviluppa con un suggestivo gioco di volumi che ne cambiano il volto e la ammodernano.

 

L’ARTISTA. Eugenio Siniscalchi è nato a Milano il 14 agosto 1963. La sua formazione culturale si è svolta nell’ambito allargato delle arti e della conservazione. Dopo la maturità artistica (1982) ottenuta presso il liceo artistico Andrea Sabatini di Salerno, si reca a Firenze, diplomandosi (1986) in pittura presso l’Accademia delle Belle Arti. Seguono  mostre, concorsi e  personali. Dal 1993 si avvicina al restauro, senza trascurare la formazione teorica che lo vede partecipare a corsi universitari e non, relativi alle tematiche delle arti figurative, del restauro e della didattica. Attualmente, affianca alla attività artistica l’insegnamento di discipline pittoriche in un istituto a indirizzo artistico. Vive e lavora a Salerno.

 

L’ASSOCIAZIONE. L’associazione ha tra i suoi obiettivi il rilancio del patrimonio storico attraverso il recupero della memoria, l’organizzazione di eventi per la promozione della cultura. Forte l’impegno sul fronte della formazione, che vedrà iniziative dedicate alla cultura digitale e all’imprenditorialità con percorsi originali di alternanza scuola-lavoro dedicati al mondo della scuola e dell’Università. Buon vivere – Lo spazio del sentire, sposa in pieno il tema della sostenibilità, attraverso iniziative green che possano valorizzare il verde pubblico e l’organizzazione di contest creativi per la progettazione di nuovi spazi, con un’attenzione particolare al supporto alla trasformazione digitale della città.

Redazione

Tags

Ti potrebbero interessare

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più
Close