CronacaNewsSanità

Stato di Emergenza e Obbligo Vaccinale: la FISI ” Sciopero il 30 giugno, cadono tutte le tesi del Governo”

La legge che obbliga gli esercenti le professioni sanitarie a sottoporsi ai trattamenti farmacologici sperimentali, noti con il nome di vaccini Covid, rischia di fatto di restare inapplicata.
I professionisti sanitari che hanno deciso di non sottoporsi al vaccino sono molti di più rispetto a quanto si poteva pensare.

Come riferisce l’ ANSA, in Piemonte gli operatori sanitari che non si sono vaccinati risultano ben ventimila. In Friuli VG, Trentino ed Emilia Romagna, secondo i dati indicati dal generale Francesco Paolo Figliuolo, sarebbero 22.266 su 45.753 i sanitari che hanno deciso di non partecipare alla sperimentazione.

La “Public Health England” è un’agenzia esecutiva del Dipartimento di sanità e assistenza sociale nel Regno Unito. L’agenzia rende noto , su studi eseguiti in Gran Bretagna, che la letalità del virus tra i non vaccinati , oramai è scesa a livello di una normale influenza (un morto ogni mille casi).
Ma a preoccupare sono i dati sui vaccinati: infatti, nel dato della mortalità,  i vaccinati nelle reinfezioni con una sola dose somministrata hanno una mortalità superiore di ben 2,2 volte  rispetto ai non vaccinati, mentre i vaccinati con due dosi hanno subito una mortalità superiore di ben 26 volte rispetto ai vaccinati con una sola dose.
Tale dato viene confermato dal centro studi della FISI che da oltre un mese ha dimostrato , dati alla mano , che i deceduti ed i pazienti ricoverati nel mese di maggio e giugno 2021 ( 42 milioni di somministrazioni vaccinali) sono superiori al 2020  ( poche migliaia di vaccinati) . Cade , quindi, fragorosamente ogni tesi sulla proroga dello stato di emergenza e sull’obbligo vaccinale.
La FISI ha anche denunciato pubblicamente l’ostracismo delle TV nazionali e dei Giornali nazionali che in maniera martellante ogni giorno, tutti i giorni e più volte al giorno, bombardano la massa degli italiani con“il pensiero unico”  del vaccino per tutti, rappresentandolo solo ed esclusivamente con virologi “allineati”: tutti gli altri vengono esclusi e non è possibile attuare un contraddittorio , segno questo, che non vi è democrazia in Italia. Ma la cosa più grave è che gli Ordini professionali stanno operando una “caccia alle streghe” massiva ed indecorosa contro chi , Medico o Infermiere, osi intervenire sulla materia contraddicendo tale pensiero unico, minacciando radiazioni e sospensioni. 
“E’ intenzione della FISI fare un esposto su tale situazione. Non è possibile che la Costituzione venga umiliata da un Governo che non ha saputo gestire l’emergenza , cagionando migliaia di morti per abbandono domiciliare, e che impedisce la libertà di parola e di manifestare liberamente il proprio pensiero. I conti li incominceremo a fare dal giorno 30 giugno 2021 in manifestazione di sciopero a Bologna dove novelli “partigiani”  considerati eroi nei primi giorni della pandemia sono ormai considerati da un governo di inetti “criminali”. Non ci fermeremo qui….tutti quelli che potrannno debbono essere presenti in manifestazione …contiamoci e facciamoci contare, il mainstream crollerà”.
Redazione

 

Ti potrebbero interessare

Back to top button

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Leggi di più